Cerca
Close this search box.

radio padova

Recensione: Dorothy Strachey, Olivia

Recensione Dorothy Strachey Olivia Astoria

Su Radio Padova ho consigliato “Olivia” di Dorothy Strachey, un romanzo di straordinaria attualità, che torna in libreria grazie ad Astoria edizioni, nella traduzione di Carlo Fruttero. Olivia appartiene a una famiglia inglese tradizionale di inizio ‘900 e, all’età di sedici anni, viene mandata in un collegio femminile per completare la sua educazione. Ben presto, comincerà a provare uno sconvolgente desiderio per la sua insegnante, Mademoiselle Julie, a cui è legata dall’amore per la letteratura, l’arte e la musica. Un classico moderno imperdibile, la cui prefazione è stata scritta da André Aciman. Ascoltate la recensione del libro.

Recensione: Rachel Aviv, Stranieri a noi stessi

Rachel Aviv, Stranieri a noi stessi, Iperborea, 2024

“Stranieri a noi stessi” (trad. di Claudia Durastanti), pubblicato da Iperborea (2024) è un resoconto rivelatore sulla malattia mentale e su come culture e società diverse la interpretano. Per il suo primo libro, la scrittrice del New Yorker Rachel Aviv indaga la propria vita e quella degli altri per suggerire come le diagnosi psichiatriche e le narrazioni di stati limite possano siano aiutare che danneggiare. La recensione del libro è a cura di Carlo Albarello ed è stata presentata su Radio Padova.

Recensione: Silvia Bottani, Un altro finale per la nostra storia

Silvia Bottani, Un altro finale per la nostra storia, Sem 2023

Nel suo secondo romanzo Silvia Bottani, “Un altro finale per la nostra storia” (Sem, 2023), tratta della memoria e dei ricordi che ossessionano Mauro, a causa del amico del cuore scomparso. Un giorno irrompe nella sua vita Bianca, sorella del suo migliore amico che si è letteralmente volatilizzato molti anni addietro. Insieme cercheranno di ricostruire il passato e la loro vita. Sullo sfondo della loro Milano, i due protagonisti compiranno un viaggio alla ricerca delle tracce di Fabio, il grande assente. Mauro incontrerà i genitori di Bianca, che hanno trovato strade diverse per elaborare il lutto, e uno zio tassidermista, che sembra possedere la chiave di volta del mistero del ragazzo scomparso.

Recensione: Han Kang, L’ora di greco

Han Kang, L'ora di greco, Adelphi 2023

L’ora di greco di Han Kang (traduzione di Lia Iovenitti), Adelphi Ed., è uno dei più bei romanzi letti nel 2023. Vi propongo la recensione del libro, nella mia puntata andata in onda su Radio Padova. Non vi deve spaventare il titolo. Non è un romanzo per classicisti ma per tutti coloro che vogliono scoprire come due anime, destinate all’incomunicabilità, trovino invece nei propri sintomi un nuovo modo per dirsi: Ti amo. Lui è un professore di lettere classiche che, tornato dalla Germania nell’amata Seul, insegna in un corso serale di greco zero per adulti. Lo frequenta anche una donna che non è più in grado di parlare: non è muta ma è diventata mutacica per una serie di motivi che non vi svelo. Lui, invece, è destinato a perdere progressivamente la vista a causa di una malattia congenita agli occhi. Eppure, riusciranno a incontrarsi e ad amarsi. Come? A voi scoprirlo.

Recensione: Brenda Lozano, Quaderno ideale

Brenda Lozano, Quaderno ideale

Un quaderno di appunti e pensieri intimi, che racconta sotto forma diaristica e frammentaria, la quotidianità di gesti e azioni di due cuori separati dalla lontananza. I loro battiti, assieme alle attese e alle paure, diventano parole, tracce che solcano il presente di Brenda Lozano. Ho recensito il suo libro nella rubrica su Radio Padova